Lean startup

Il Lean Startup è una metodologia per creare e gestire un progetto startup, tale da consegnare il prodotto al cliente il più velocemente possibile; l'approccio è di tipo sperimentale, ovvero consiste nel sottoporre le ipotesi scientifiche a procedure di controllo sperimentale, che servono a confermarle (nel qual caso le ipotesi si trasformano in leggi scientifiche) o a confutarle.
L'obbiettivo è di incentivare la comunicazione con il cliente, al fine di accelerare lo sviluppo del prodotto finale in conformità con quanto chiesto dall'utente. Il percorso è supportato da strumenti atti a promuovere e monitorare test svolti in maniera continuativa, disincentivando l'approccio casuale del "just do it".

La continua promozione di esperimenti è volta a rispondere a domande più commerciali, tipo, "Dev'essere costruito questo prodotto?" e "Possiamo costruire un business sostenibile in tutto questo insieme di prodotti e servizi?", eliminando i quesiti di natura tecnica "Può essere costruito questo prodotto?" dal momento che l'esperimento presuppone già l'esistenza del prodotto.

Come appena notato, l'esperimento presuppone l'esistenza di un prodotto, il Minimo Prodotto Fattibile (MPF e MVP*), grazie al quale il ciclo costruisci-misura-impara fornisce tutti gli elementi per dimostrare le relazioni causa-effetto e comprendere l'allineamento dei fattori del Modello di Business. Un altro prezioso strumento, preso in prestito dal Lean Management, è quello dell'indagine dei "cinque perchè".

L'apprendimento convalidato è l'unità di misura del Lean Startup; esso permette di ridurre i tempi di sviluppo, conferendo parallelamente all'imprenditore la flessibilità nel modificare e adattare i piani in maniera incrementale, alla luce di quanto osservato e convalidato.

the minimum viable product is that version of a new product which allows a team to collect the maximum amount of validated learning with the least effort